+39 (324) 8644141

+39 (324) 8644141

info@usastudentadvisor.it

Personal Statement: cos’è e come scriverlo al meglio

In questo articolo vi parleremo del Personal Statement (in italiano spesso chiamato Saggio Motivazionale o Lettera Motivazionale), ovvero di quella presentazione personale che deve corredare la candidatura di chi intende studiare presso una università straniera. Vi spiegheremo cos’è il saggio motivazionale e qual è la sua funzione, così come prepararne uno d’effetto che ti presenti al meglio ai comitati di ammissione delle università e aumenti le tue possibilità di ammissione e borse di studio. Questa guida è stata redatta direttamente dal nostro fondatore – Mattia – in collaborazione con la nostra Head of Counselors – Valerie.

In modo particolare, ci occuperemo del Personal Statement destinato a corredare la candidatura di chi intende fare un Master, un MBA o un PhD presso una università estera. Il saggio motivazionale è infatti spesso richiesto anche per l’ammissione a programmi di laurea in diverse mete; al contempo, la strategia per scrivere un Personal Statement di livello per l’ammissione a programmi di laurea cambia, e così la sua struttura. Per questo, aspettati un articolo ad hoc per questo in futuro.

Scopri di più su come scrivere un saggio motivazionale perfetto in questo video che il nostro fondatore Mattia ha preparato per te. Lo sapevi che noi di UNI Student Advisors crediamo molto nell’offrire le migliori risorse a voi studenti, indipendentemente dalle vostre capacità economiche? E’ per questo che abbiamo fondato progetti no profit come lo UNI Scholarship Fund: un fondo di borse di studio (e non solo) per i nostri studenti più meritevoli e bisognosi. Per questo stesso motivo dal mese scorso e per ogni mese da qui per il resto del 2024, UNI Student Advisors posterà sul proprio canale YouTube un video di carattere informativo utile per studiare e lavorare all’estero. Il mese scorso abbiamo intervistato ETS per parlare del nuovo TOEFL. Cosa aspettarsi nei prossimi mesi? Interviste con GMAC – gli autori del GMAT – una guida su come entrare ad Harvard, quella per scrivere un Resume/CV di livello e tanto altro ancora. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti nulla!

Mattia ha completato un MBA a London Business School, da sempre tra i migliori 10 MBA a livello mondiale secondo il Financial Times. Oltre ad LBS, Mattia fece application ad altre due università – INSEAD e IE – ottenendo ammissione e borse di studio da entrambe. Mattia è riconosciuto in Italia ed Europa per la sua esperienza in questo campo e spesso è invitato come speaker ad eventi e conferenze. Oltre a UNI Student Advisors, Mattia ha infatti già fondato altri 4 aziende nel nostro mondo – due no-profit e due for-profit. Se vuoi ricevere una consulenza gratuita con Mattia, completa questo modulo e verrai contattato immediatamente per i prossimi step.

Valerie ha completato la sua laurea, master e PhD in legge ad Harvard e per molti anni ha lavorato come intervistratrice di candidati per l’ufficio di ammissione di Harvard. Da quasi 10 anni guida studenti come te per l’ammissione ai migliori atenei mondiali con il suo approccio personalizzato e il suo expertise senza  pari. Valerie è infatti membra di NACAC – un’associazione riconosciuta a livello mondiale per counselors come noi e membri dei comitati di ammissione delle università estere. Questo le ha permesso di sviliuppare rapporti professionali molto produttivi con i comitati di ammissione delle migliori università estere. Ciò si rivela molto importante in fase di stesura degli essay, in quanto Valerie riesce a condividere con i nostri studenti dettagli e nuances non accessibili al pubblico, che spesso si rivelano la chiave per una ammissione e una borsa di studio. E’ esattamente quello che è successo con i nostri studenti che hanno ottenuto ammissione ad università del calibro di Harvard, Johns Hopkins, Cornell, Duke, Oxford, LBS, LSE e molte altre in questi anni.

Tornando al Personal Statement (o saggio motivazionale), si tratta di una questione molto importante e spesso decisiva: il Personal Statement, infatti, può essere paragonato ad un vero e proprio biglietto da visita, una dichiarazione personale esaustiva, un documento che deve consentire a chi esaminerà la tua candidatura di farsi un’idea a tutto tondo e convincente di te, del tuo percorso, delle tue skills, dei tuoi progetti per il futuro.  

Ovviamente, la lettera motivazionale è solo uno degli elementi richiesti per l’ammissione a Master, MBA e PhD all’estero. Visita la pagina del servizio College Counseling per scoprire di più sul nostro servizio a 360° per l’ammissione alle università estere e richiedi una consulenza gratuita con il nostro team.

Perché il Personal Statement è così importante?

Come spiegato nel video da Mattia , il saggio motivazionale è particolarmente importante perché permette di approcciare tutti e quattro gli elementi che concorreranno a determinare la valutazione della tua candidatura:

  • I tuoi voti negli esami di ammissione;
  • I tuoi voti universitari;
  • Il tuo profilo personale, extracurricolare e professionale;
  • La motivazione e gli obiettivi che ti hanno spinto a scegliere proprio quel corso e quella università.

Questa sua peculiarità, ovvero quella di racchiudere in sé tutte le tue caratteristiche, curriculari ed extracurriculari, personali e professionali,la tua motivazione e i tuoi progetti per il futuro, nonché le tue aspirazioni di studio e professionali, rendono la lettera motivazionale particolarmente interessante per le università estere, dal momento che queste adottano nella norma un approccio cosiddetto “olistico”, ovvero improntato  a valutare i candidati a 360 gradi, tenendo conto non solo dei loro risultati curriculari, ma della loro personalità, delle loro esperienze personali e dei loro obiettivi per il futuro. 

Insomma, in termini concreti, per l’università che valuterà la tua candidatura i tuoi voti universitari e di ammissione non conteranno più della tua motivazione, dei motivi che ti spingono a presentare la domanda di ammissione all’università e, più in generale, della tua storia personale.

Caratteristiche principali di un Personal Statement perfetto

A questo punto, è chiaro che un Saggio Motivazionale perfetto debba essere efficace e d’impatto, in grado di colpire chi lo legge e di permettergli di farsi un’idea ben precisa delle caratteristiche complessive della persona che lo ha scritto.

Ma, questo cosa vuol dire, concretamente?

Noi di UNI Student Advisors consideriamo perfetto il Saggio Motivazionale che abbia le seguenti cinque caratteristiche:

  • Person;
  • Passion;
  • Purpose;
  • Plans;
  • Program.

Le 5 P del Personal Statement perfetto

Le cinque caratteristiche che abbiamo appena elencato sono quelle che noi di UN Student Advisors definiamo “le 5 P del Personal Statement perfetto”.

Ti spieghiamo perché, descrivendola una per una.

Person

Come abbiamo già accennato all’inizio di questo articolo, le università che devono decidere della tua ammissione non vogliono conoscere soltanto il tuo rendimento e i tuoi risultati accademici e professionali, ma vogliono conoscerti anche come persona.

Per questa ragione, un saggio motivazionale è efficace se riesce a raccontare la storia personale del candidato, le sue esperienze lavorative e non e il suo vissuto. Naturalmente, questo racconto personale deve collegarsi in maniera armonica alle esperienze accademiche e ai progetti per il futuro legati all’ammissione per cui si sta facendo domanda.

Passion

Dicevamo, dunque, che le università vogliono conoscere la tua personalità e la tua storia. A maggior ragione, vogliono capire cosa ti appassiona, cosa ti muove e ti entusiasma. E’ molto importante che nel saggio motivazionale tu descriva ciò che ti appassiona: questo non deve nessariamente essere la passione che ti lega alla materia che hai studiato e alla specifica specializzazione che hai deciso di intraprendere nel tuo Master o MBA all’estero o in Italia, ma può anche essere correlata a passioni personali o professionali. Per esempio, la tua passione potrebbe essere quella di aiutare gli altri, guidare aerei, suonare il violino o praticare il tuo sport preferito. E’ quindi altrettantoimportanteche colleghi le tue passioni con il resto degli elementi che devono essere presenti nella lettera motivazionale.

Purpose

Per quanto riguarda questa parte, ci riferiamo ai tuoi obiettivi personali a lungo termine, alla tua vision, alla tua “mission” verso la quale vuoi indirizzare la tua vita.  Insomma: qual è il tuo sogno? Cosa vuoi diventare nella vita? Per esempio, il tuo purpose nella vita potrebbe essere quello di eliminare la fame nel mondo o diminuire il gap economico tra ricchi e poveri. Più forte e ambizioso il tuo purpose, più entusiasmante risulterai ai comitati di ammissione. Ma attenzione: non mentire, è facile che i comitati di ammissione se ne accorgeranno! Perchè? Perchè sono abituati a leggere saggi motivazionali e a valutare profili come il tuo. Per esempio si chiederanno: cosa ha fatto lui/lei in relazione al suo purpose? E’ quindi importante, come sempre, dimostrare con fatti e fare collegamenti con il resto delle P del Personal Statement perfetto!   

Plans

Se nella sezione “Purpose” hai volato alto e hai descritto il sogno della tua vita, ora, nella sezione “Plans” devi “zoomare” sul particolare: quali sono i tuoi obiettivi a breve e medio termine? Al contrario che nella sezione precedente, insomma, in questa ti si richiede concretezza e obiettività. Solitamente i plans, soprattutto nel contesto di un Saggio Motivazionale per l’ammissione a Master, MBA e PhD in giro per il mondo, si riferiscono ai tuoi obiettivi professionali dopo il tuo programma di studio, come per esempio andare a lavorare per una banca d’investimento, una società di consulenza, una start-up tecnologica o, eventualmente, il tipo di lavoro che vorrai fare (i.e: sviluppatore software, trader, etc.).

Program

Questa parte è direttamente collegata alla sezione “Plans”, dal momento che essa deve descrivere la tabella di marcia che ti consentirà di raggiungere i Plans appena descritti. Più specificatamente, come ti aiuterà il programma di studi e l’università a cui stai facendo domande di ammissione a raggiungere i tuoi piani a breve/medio/lungo termine (Plans & Purpose)? Per esempio, un MBA a Wharton potrebbe essere la tua via per entrare nel mondo della finanza e più specificatamente del Private Equity. In questa parte è fondamentale dimostrare che tu abbia ricercato con attenzione l’università e il programma a cui stai facendo domanda prima di fare application.

Se sei preoccupato di non aver centrato tutti i punti da includere nel Personal Statement, richiedi una consulenza gratuita con il nostro team.

Come si scrive un Personal Statement efficace?

Ora che abbiamo un’idea più precisa di quali siano i contenuti che il Saggio Motivazionale deve avere, possiamo scendere al livello pratico: come si scrive, concretamente, un Personal Statement efficace?

I metodi possono essere i più diversi, ma noi di UN Student Advisors, grazie alla nostra esperienza, siamo riusciti a rendere molto schematico e pratico l’intero iter.

Scrivere un Personal Statement in 4 step

Noi di UN Student Advisors abbiamo individuato quattro step per raggiungere lo scopo di scrivere un Saggio Motivazionale davvero efficace e d’impatto:

  1. Start
  2. Draft
  3. Tailoring
  4. Review

Qui di seguito, li vediamo uno per uno!

Start

“Chi ben comincia è a metà dell’opera”, recita un noto adagio.

Ciò vale, decisamente, per il Personal Statement o Saggio Motivazionale.

Comincia per tempo, con calma, non ridurti all’ultimo momento: la frettolosità non è amica di una candidatura vincente.

Il tempo ti servirà a raccogliere le idee, a elaborare il filo conduttore che farà del tuo Personal Statement (e della tua candidatura in generale) un documento unico e originale, che attirerà l’attenzione dell’Admission Office. Una volta raccolte le idee, puoi cominciare scrivere quello che, secondo te, dovrebbe finire nel tuo Saggio Motivazionale. E proprio perché ti sei mosso per tempo, in questa fase non avrai bisogno di concentrarti sulla scrittura, sulla concisione, su elementi strettamente tecnici, stilistici e pratici. Al contrario, puoi dare libero sfogo ai tuoi pensieri, inserendo esperienze, sogni, progetti, piani e passioni, come se stessi facendo una sorta di primo brainstorming con te stesso.

Segui il nostro suggerimento: prendi un foglio di carta e inizia a mettere giù idee schematicamente e liberamente. Non pensare ancora a cosa si e cosa no, quello viene nello step successivo!

Draft

Adesso, sei arrivato alla fase di scrittura effettiva del Personal Statement.

Sii onesto: utilizza le tue riflessioni buttate giù nella fase “Start”: non copiare, non usare Chat GPT, non mentire.

Non farlo perché non ti porterebbe a nulla di buono: nella migliore delle ipotesi il tuo plagio verrebbe smascherato immediatamente! Le università infatti usano spesso strumenti come Turnitin.com per verificare se hai “rubato” le idee ad altri; lo sappiamo perchè intervistiamo e parliamo con università del calibro di London Business School, Hult, Bocconi o Johns Hopkins costantemente.

Piuttosto, è fondamentale, in questa fase, che tu ti concentri su due azioni in particolare:

  • Partendo dagli appunti che hai buttato giù nella fase “start” seleziona le informazioni e le esperienze migliori che vuoi effettivamente inserire nel tuo Saggio Motivazionale;
  • Impegnati a descrivere in maniera molto chiara i tuoi piani a breve, medio e lungo termine.

Tailoring

La terza fase è molto importante, perché è in essa che tu unirai tutti i puntini per tracciare un disegno di te che si addica perfettamente all’università e al corso di studi che hai scelto. Il tuo obiettivo, in pratica, sarà quello di dimostrare che hai una profonda conoscenza sia dell’università che del corso di studi, nonché la consapevolezza che proprio essi “calzano a pennello” alla tua storia personale e accademica, nonché ai tuoi obiettivi.

Si tratta quindi di collegare tutti i punti principali:

  1. L’università a cui fai domanda
  2. Il programma che hai scelto
  3. I tuoi piani a breve, medio e lungo termine
  4. La tua storia personale, accademica e professionale

Review

A questo punto, il tuo Saggio Motivazionale “esiste” fisicamente. È il momento di controllarlo con la massima attenzione. Di seguito i nostri suggerimenti::

  • Verifica che tu abbia inserito “le 5 P del Personal Statement perfetto” senza tralasciarne nessuna;
  • Verifica di rispettare il numero di parole (massimo e minimo) previsto dall’università presso la quale ti stai candidando. Probabilmente, dovrai “asciugare” un po’ il testo e imprimere maggiore concisione. Normalmente, non dovresti sforare del 5/10% rispetto al limite di parole consentito, né, naturalmente, restare al di sotto di esso per più del 5/10%. Tra l’altro, alcune università sono molto più rigide e non ti permetteranno di sforare nemmeno di una decina di parole o di una sola parola!
  • Fai rileggere il tuo Saggio Motivazionale a diverse persone: i tuoi genitori, il tuo migliore amico, una persona che ha fatto parte di un Admission Office accademico, un ex studente di una università estera (o meglio ancora, della stessa università presso la quale stai presentando la tua application). I primi ti conoscono bene e possono suggerirti esperienze o caratteristiche fondamentali di te e della tua vita che hai tralasciato di inserire nello Statement: i secondi, invece, saranno in grado di darti un utilissimo parere “tecnico”.   

Gli errori più comuni da evitare nella redazione di un Personal Statement efficace

Prima di concludere, è bene andare a prendere in considerazione, invece, cosa proprio NON dovresti fare mentre stai preparando il tuo Saggio Motivazionale per l’ammissione a un Master, un MBA o un PhD presso una università estera.

  • Non ridurti all’ultimo momento e prenditi tutto il tempo necessario: il Personal Statement è un documento troppo importante per poter essere scritto in fretta;
  • Non copiare e non usare ChatGPT: le università estere ricevono migliaia di candidature per ogni term di ammissione. Le commissioni hanno a disposizione l’esperienza e gli strumenti tecnologici per scoprire qualunque plagio o qualunque intervento dell’AI;
  • Non pensare in nessun caso che saranno i tuoi soli voti accademici e il tuo solo percorso universitario a fare la differenza. Per l’ammissione a Master, MBA o PhD all’estero e non solo è molto più importante ciò che descrive nel saggio motivazionale dei tuoi voti

Come UNI Student Advisors ti aiuta a scrivere il personal statement

Noi di UN Student Advisors ti supportiamo in ognuna delle fase della redazione di un Personal Statement: dalla fase di Brainstorming, a quella di start, dalla redazione vera e propria alla revisione finale. Se vuoi conoscere meglio il nostro approccio e ricevere una consulenza di orientamento gratuita, completa questo breve form e verrai ricontattato/a per i prossimi step.

Ecco come ti supportiamo in ognuna delle quattro fasi della scrittura di una Lettera Motivazionale perfetta:

  • Start: in questa fase il nostro team ti guida nell’analisi dei tuoi trascorsi personali, accademici, extracurrricolari e professionali per aiutarti ad individuare esperienze degne di nota. Ciò che puo sembrarti assolutamente inutile per l’ammissione a Master, MBA e PhD all’estero potrebbe in realtà essere un’esperienza di assoluto valore ai fini dell’ammissione. In UNI Student Advisors crediamo molto nel creare una relazione 1-1 con il tuo counselor, in quanto sappiamo che questo ti aiuterà a condividere maggiori dettagli su di te
  • Draft: in questa fase il consulente madrelingua ti guida nella scelta delle esperienze più importanti da inserire nel tuo personal statement, ma soprattutto a scrivere in maniera chiara e coincisa la tua storia ed i tuoi obiettivi a breve, medio e lungo termine, utilizzando tecniche di Storytelling per rendere il saggio motivazionale più intrigante
  • Tailor: qui il tuo consulente madrelingua porterà tutta la sua esperienza sulle università a cui stai ambendo ed i loro programmi, fornendoti informazioni altrimenti difficilmente reperibili. Come per le parti precedenti, ti guiderà nella selezione delle informazioni più importanti da inserire all’interno del personal statement per far si che la lettera motivazionale siaarmoniosa nel suo insieme, collegando le tue esperienze personali, il tuo background ed i tuoi obiettivi all’università e al programma in questione
  • Review: in quest’ultima fase il consulente madrelingua ti aiuta rivedere e sistemare il saggio motivazionale, assicurandosi che grammatica e sintassi siano perfette, ma soprattutto assicurandosi nuovamente che il saggio motivazionale sia unico e d’impatto per le università ed i loro comitati di ammissione  

In realtà però il lavoro di UNI Student Advisors per aiutarti a scrivere un saggio motivazionale perfetto per l’ammissione a Master, MBA e PhD all’estero e in Italia inizia molto prima. Una delle prime attività che svolgiamo quando scegli il nostro servizio per l’ammissione alle università estere ed inizi a lavorare con noi è un’attenta ed estesa analisi del tuo profilo e dei tuoi obiettivi. Questo ci permette di individuare eventuali GAP nel tuo profilo in relazione ai tuoi obiettivi e creare un piano personalizzato per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Potremmo suggerirti di completare il tuo profilo con un’esperienza di volontariato collegata al tuo purpose, una internship o un corso breve correlato al tuo plan o al corso di studi che vuoi fare intraprendere durante il tuo master, o tanto altro ancora.

Senti cosa ne pensa il nostro studente Michele, che ha ottenuto l’ammissione a 3 dei migliori 10 master in Legge in America e al mondo: “il personal statement è veramente importante per l’ammissione ai master all’estero e voi mi avete aiutato ad identificare le parti più importanti del mio profilo, seppur apparentemente scollegate al mondo legale, per spiegare come io abbia sviluppato caratteristiche molto importanti per un legale di successo, come la capacità di persuadere le persone. Inoltre siete riusciti a evidenziare come il mio LLM in America mi avrebbe aiutato a raggiungere i miei obiettivi”. Oppure Yulia, che ha ottenuto l’ammissione ai migliori Master in Relazioni Internazionali al mondo: “al di là dell’assicurarsi che il mio Personal Statement fosse scritto perfettamente in inglese, mi avete aiutato a rispondere a tutti i criteri più importanti per le università”.

Visita la pagina del servizio College Counseling per scoprire di più sul nostro servizio a 360° per l’ammissione alle università estere e le nostre Storie di Successoper scoprire dove studiano i nostri studenti.

Conclusioni

Chiunque voglia frequentare un master, un MBA o un dottorato presso una università estera, dovrà dedicare molta attenzione alla preparazione della candidatura.

Questa dovrà riportare non solo le informazioni riguardanti il proprio percorso accademico, ma anche fornire un ritratto a tutto tondo del candidato: le sue esperienze personali, la sua personalità, i suoi sogni, la sua storia.

Il documento fondamentale che ha il compito fornire questo ritratto è il Personal Statement, un elaborato il cui scopo è quello di mettere in relazione la persona con il suo percorso accademico, i suoi sogni con l’università e il percorso di studi scelti.

Il nostro team ti segue per la preparazione del Personal Statement e di tutta la documentazione necessaria per aumentare al massimo le tue possibilità di ammissione e borse di studio a Master, MBA e PhD ovunque nel mondo con il nostro servizio personalizzato e di assistenza completa: il servizio College Counseling. Completa questo breve form per ricevere una consulenza gratuita.

FAQs

Cosa si scrive nel Personal Statement?

Nel Personal Statement scriverai chi sei e cosa ti auguri di essere per il tuo futuro, ma anche come il programma di studi che stai per intraprendere e l’università in cui intendi farlo ti aiuterà a raggiungere i tuoi sogni e obiettivi: la tua storia, le tue esperienze personali e lavorative, il tuo percorso accademico, i tuoi progetti in relazione all’università e al corso di studi per i quali ti stai candidando. È lo strumento che ti permetterà di distinguerti rispetto agli altri e di farti conoscere a 360 gradi

Quanto dev’essere lungo il Personal Statement?

La lunghezza del Personal Statement è in genere stabilità dalle università. Generalmente, si tratta di un documento non eccessivamente lungo (ca. 1.000 parole).

Quali errori non si devono commettere nello scrivere un Personal Statement?

Fondamentale è inserire nel Personal Statement esperienze e progetti che siano uniti da un leitmotiv che includa anche l’università e il corso di studi scelti. Non deve essere impersonale, ma corrispondere alla personalità del candidato. 

Si può usare Chat GPT per scrivere un Personal Statement?

Assolutamente no: sarebbe un errore gravissimo che, una volta scoperto, porterebbe al rigetto della candidatura immediato.

Quanto conta il personal Statement all’interno della candidatura?

Le università estere hanno un approccio olistico riguardo alle candidature. Ciò vuol, dire che le informazioni contenute nel Personal Statement, la descrizione del candidato a tutto tondo, contano allo stesso modo, se non di più, dei voti degli esami di ammissione o universitari.

Come correggere e revisionare il personal statement?

Una volta redatta una prima bozza definitiva, la cosa migliore è fare leggere lo Statement a diverse persone: amici, conoscenti, famigliari, persone che hanno effettuato con successo una simile candidatura, “addetti ai lavori”. UN Student Advisors cura con particolare attenzione questa fase, avvalendosi dell’esperienza e dei propri consulenti madrelingua.

Come utilizzare il Personal Statement per aumentare le tue possibilità di essere

ammesso?

Un personal Statement impattante, dal taglio personale, che contenga tutti gli elementi necessari a offrire un quadro completo della personalità, delle skills, delle esperienze e dei progetti del candidato, e che sia coerente con l’università e il corso di studi scelti, può essere decisivo nel processo di ammissione.

Successivo

Comments are closed.
Archivi